Canapa e CBD

La canapa

Il CBD deriva dalla canapa (tessile, industriale oppure agricola) che è una varietà di pianta appartenente ai Cannabacee.

Maturando ogni anno, è stata scelta per i suoi vari aspetti: un gambo di dimensione notevole, una presenza minima di THC e una produzione piuttosto semplice. Selezionato a partire dalla canapa coltivata dai botanici, è anche chiamato chenevis in francese, che significa seme di canapa.

Ad oggi, la parola canapa viene usata per indicare la canapa industriale e la sua famosa fibra vegetale, e non per un uso ricreativo.

Da migliaia di anni, viene usata e lavorata dall’uomo: si trovano tracce del suo utilizzo che risalgono al Neolitico. Dopo essere stata addomesticata dall’uomo sul continente asiatico, si è diffusa su tutto il pianeta attraverso i vari flussi migratori.

Si può citare un suo utilizzo nel -600 A.C. e nel Medio Evo in Cina ed Europa, per realizzare vestiti con le sue fibre. La prima bibbia, che fu stampata da Gutenberg, è stata stampata proprio su carta di canapa, il cui utilizzo era diffuso fino alla fine del XX° secolo. Anche durante le due guerre mondiali i soldati indossavano questo tipo di vestiti, fino all’arrivo delle fibre sintetiche.

Qualche anno fa, la Francia coltivava la Canapa per usufruire di tutte le sue qualità: lavoro tessile, edilizia, cibo, farmaci, ecc.

Un prodotto naturale che richiede 3 volte meno acqua rispetto al cotone per una raccolta due volte superiore.  I vestiti, le vele e le corde di una nave, l’isolamento di una casa o di pareti, la tisana per la tosse, lo sciroppo per i dolori, l’olio alimentare – uno dei più ricchi in proteine del mondo vegetale, i semi per il pasto o ancora i gambi per gli attrezzi…

E poi a metà del XX° secolo, l’industria delle fibre sintetiche e quella farmaceutica hanno fatto fuori la canapa a favore di altri prodotti.

Ad oggi, la canapa è tornata: nell’era dello sviluppo sostenibile, i paesi europei hanno rimesso all’ordine del giorno la cultura della canapa, che oltre a poter produrre materiali utili, permette di pulire e purificare i suoli inquinati.

Canapa e CBD: Esiste un altro modo di consumare e la canapa ne è la prova

Il cbd

Che cos’è il CBD?

Il CBD è uno dei numerosi cannabinoidi della Cannabis. Scoperti da un professore israeliano nel 1963 (Raphael Mechoulam), sono circa un centinaio (144) e sono attualmente soggetto di numerose ricerche attraverso il mondo.

Si possono citare 2 cannabinoidi particolarmente presenti in questa pianta: il THC (Tetraidrocannabidiolo) e il CBD(Cannabidiolo).

Il primo, il THC ha effetti psicoattivi: è il principale cannabinoide ricercato per un effetto ricreativo.  È anche benefico a livello farmaceutico.

Il secondo, il CBD, non ha effetti psicoattivi: non ti fa sentire “fatto”, ma possiede molte proprietà benefiche per l’insieme dei mammiferi.

La canapa è una delle varietà di Cannabis Sativa L. conosciuta per i suoi usi industriali ma anche per il suo basso tasso di THC: contiene tuttavia tassi interessanti di CBD.

La legge francese autorizza i prodotti derivanti da canapa biologica europea che contengono meno del 0,2% di THC: I prodotti al CBD disponibili su Hexagone Vert derivano quindi dall’estrazione di canapa europea biologica, che contiene dei tassi di THC inesistenti o inferiori al 0,2%.

Come agisce il CBD sui mammiferi?

Canapa e CBD. Il CBD agisce sui ricettori comuni a tutti, uomini come animali (mammiferi): il GPR55, il 5HT1A cosi come il recettore della serotonina.

Cosi, influisce sull’omeostasi del corpo: permette di ritrovare un equilibrio sull’insieme dell’organismo come l’appetito, l’umore, i dolori, il sonno, il respiro, la circolazione sanguigna, la temperatura, ecc.

Perchè usare CBD?

Nel nostro blog,puoi trovare molti articoli e studi che riguardano gli effetti benefici del CBD.

Prevenire le malattie invernali.

La Fibromialgia e il CBD

Il sonno e il CBD

Gli animali e il CBD

Lo sport e il CBD

L’ansia e il CBD 1 e 2

La nicotina, le dipendenze e il CBD

L’osteoartrosi e l’artrite e il CBD

Come usare il CBD?

Potete trovare in questo articolo informazioni al riguardo.

Ogni assunzione di CBD deve essere fatta 2 ore prima o dopo qualsiasi altro integratore alimentare. In effetti, il CBD può inibire l’effetto di farmaci se vengono assunti in contemporanea per poi liberarne maggiormente gli effetti in seguito. Per ora, poche interferenze mediche sono state rilevate per il CBD.

Se siete sottoposti a terapie mediche, parlate con il vostro medico prima di utilizzare il CBD.

Il CBD ha pochissimi effetti collaterali ed è considerato sostanza sicura. Gli effetti indesiderabili che si possono manifestare dopo un consumo importante sono:

  • Bocca asciutta
  • Pressione arteriosa un po’ bassa
  • Sonnolenza
  • Stordimento

Diminuzione dell’attività della p-glicoproteina

L’effetto entourage

L’effetto entourage è cruciale per l’efficacia del CBD: accompagnato da altri cannabinoidi (CBN, CBG, ecc.) e di terpeni, il CBD è molto più efficace. Ecco perché su Hexagone Vert proponiamo soltanto prodotti che contengono estrazione a spettro completo: presenza di cannabinoidi e terpeni.

I terpeni

I terpeni sono classi d’idrocarburi, prodotti dalle piante. Hanno due proprietà fondamentali: sono responsabili degli odori dei vegetali, che permettono cosi di proteggere la pianta grazie ai loro effetti e proteggendo anche gli umani grazie ai loro numerosi benefici. Possiamo citare ad esempio il limonene, responsabile del gusto al limone o ancora il mircene che si trova anche nei pini.

.

Le associazioni francesi

Lavoriamo a stretto contatto con l’UFCMED : Unione francofona per i Cannabinoidi in medicina, che organizza ogni anno una conferenza sugli avanzamenti dei cannabinoidi e permette a molti consumatori di poter condividere.

chanvre et CBD

Cliquez sur l’image pour découvrir l’infographie complète.